7 aprile 2019: i primi 25 anni dal genocidio dei Tutsi

Il 7 aprile 1994 in Rwanda avvenne il genocidio dei Tutsi con modalità che non hanno uguali nella storia. È stata gente comune  – e non soldati – a massacrare i propri vicini – quelli con cui si erano festeggiati battesimi, comunioni, matrimoni, e con cui si era pianto ai funerali. Un massacro a colpi di machete che ha inondato di sangue non solo cortili e giardini ma le stesse strade di Kigali; quegli stessi marciapiedi su cui oggi si passeggia erano coperti di cadaveri e di sangue mentre la radio delle mille colline senza interruzione impartiva ordini e dava indicazioni su come attuare il genocidio. Per noi dall’esterno è incomprensibile come questo sia potuto accadere, ma altrettanto lo è il fatto che quel popolo abbia poi potuto effettuare una vera riconciliazione. È in questo percorso di pace che la nostra azione si è inserita attraverso una formazione Montessori effettuata nell’arco di tre anni nelle scuole “Amahoro” e “Apacope”. Crediamo in questo modo di aver dato il nostro contributo alla pacificazione e alla creazione di una generazione nuova in grado di offrire la propria opera in uno stato moderno, laico e multietnico. Questo è quello che illustra il libro “Maestre Montessori in Rwanda. Risultati del progetto Diventare grandi in Rwanda”. Ed è questo che raccontano i bambini nei loro disegni.

domenica 7 aprile 2019
“tenera mente – onlus”
t’invita a Catania alla presentazione del libro 
“MAESTRE MONTESSORI IN RWANDA”
RISULTATI DEL PROGETTO “DIVENTARE GRANDI IN RWANDA”
presso Teatro Machiavelli di Palazzo San Giuliano
Piazza Università 13, Catania
dalle 10.30 alle 13.30

catania_7aprile19_libro_rwanda

 

Perché questo libro è importante:

  • Racconta un progetto triennale di cooperazione allo sviluppo realizzato nella capitale del Rwanda e basato sulla Formazione Montessori 3-6 anni per le maestre della scuola “Amahoro” (Pace) – dove tutti i bambini sono inviati dai servizi sociali – cui hanno partecipato anche le maestre della scuola “Apacope” (Associazione dei genitori per la promozione dell’educazione).
  • Ricchissimo di fotografie, questo libro è costituito da due parti, le cui pagine si incontrano al centro capovolgendosi una nell’altra, rappresentando così la duplicità del mondo degli adulti che partecipano alla Formazione e quello dei bambini che ne ricevono i frutti.
  • Il metodo Montessori è nato a Roma nel 1907, quando Maria Montessori – medico, psichiatra, antropologa e filosofa – inaugurò la prima Casa dei bambini nel malfamato quartiere  di San Lorenzo. Questa forte vocazione sociale si è andata immiserendo, poiché l’adozione del metodo soprattutto in scuole private ne ha fatto un metodo di educazione accessibile solo alle classi più abbienti.
  • “tenera mente – onlus” è oggi l’unica associazione al mondo a realizzare Formazioni Montessori gratuite per i partecipanti, laddove i bambini vivono situazioni di particolare sofferenza: Armenia, Bosnia, Rwanda…
  • Paesi che più degli altri hanno bisogno di adulti innovatori, responsabili, animati da un forte senso di appartenenza alla propria comunità. Il Montessori può contribuire a questo perché favorisce l’apprendimento spontaneo del bambino nella Vita Pratica, nei Materiali Sensoriali, nel Linguaggio, nella Matematica, nell’Educazione Cosmica.
  • Per monitorare i progressi nei bambini di “Amahoro” è stata utilizzata l’analisi dei loro disegni, condotta da M. Canale, neuropsichiatra infantile e dell’età evolutiva; A.R. Guaitoli, psicologa e grafologa; A. Baruchello, psicologa e psicoterapeuta infantile.
  • Questo libro è per noi uno strumento prezioso per raccogliere donazioni e condurre analoghe formazioni in Africa e altri continenti. Ovunque i bambini vivano in condizioni di particolare difficoltà e dolore.

Vedi anche:

Maestre Montessori a Kigali

Diventare grandi in Rwanda

Formazione Montessori a Kigali, in Rwanda

Concluso il corso di formazione Montessori a Kigali, in Rwanda

Tre settimane di formazione Montessori in Rwanda

A Kigali i bambini fanno la pace: la formazione Montessori continua

Un passo avanti per l’analisi grafologica dell’alfabeto armeno

Il libro “L’enigma dell’alfabeto armeno tra visione e realtà” curato da Enrica Baldi e pubblicato da Aracne Editrice, con interventi dei membri del Comitato Scientifico di “tenera mente – onlus” e altri esperti, è stato adottato nella bibliografia del prof. Alfredo Ancora per il corso “Educazione transculturale e diversity manager” nel Master “Diritto degli stranieri e politiche migratorie” all’Università degli studi di Milano Bicocca, Dipartimento di sociologia e ricerca sociale.

E’ un risultato importante per una ricerca che sembrava “di nicchia”, su un terreno che non era stato mai percorso prima: individuare le caratteristiche di un popolo analizzandone le lettere dell’alfabeto.

Di particolare interesse poi la proposta di un nuovo strumento per valutare il livello e la qualità dell’integrazione di giovani stranieri: a quattro giovani armeni  residenti in Italia si è chiesto di scrivere la medesima lettera, nello stesso momento e con la medesima penna, prima in armeno e poi in italiano. Le differenze riscontrate nelle specie e nei generi grafologici ha dato conto di come la personalità dello/a scrivente mutava a seconda che fosse nella sua “parte armena” o nella sua “parte italiana”. La nostra proposta è quella di adottare questo test anche in altre situazioni per la valutazione dell’integrazione di soggetti stranieri.

Cogliamo qui l’occasione per ringraziare quanti hanno partecipato alla stesura del libro e all’organizzazione del Seminario di cui esso è la trascrizione. E’ stata una gran bella impresa!

In anteprima ti invitiamo a leggere “Le sindromi della pace”

Tratto da: “Lettura grafologica dell’alfabeto armeno”, di Enrica Baldi, in L’enigma dell’alfabeto armeno tra visione e realtà. Aracne edizioni Roma 2017.

Indice LIBRO Enigma Alfabeto Armeno

Vedi anche:

L’enigma dell’alfabeto armeno a Milano e a Roma

L’alfabeto e l’anima armena: presentazione del libro

L’enigma dell’alfabeto armeno tra visione e realtà

Verso la commemorazione del Centenario del Genocidio degli Armeni

Seminario sulla lettura grafologia dell’alfabeto armeno

Per non dimenticare… Yerevan

Buon compleanno Yerevan!

Progetto Armenia

Presentazione del libro “Maestre Montessori in Rwanda”

“tenera mente – onlus”
t’invita a Roma sabato 16 febbraio, alla prima presentazione del libro
“MAESTRE MONTESSORI IN RWANDA”
presso la sede di ASUS, Viale Manzoni 24/C (Metro Manzoni)
dalle 10.30 alle 13.00

presentazione libro "Maestre Montessori in Rwanda


Questo libro è importante perché:

  • Racconta un progetto triennale di cooperazione allo sviluppo realizzato in Rwanda, a Kigali, basato sulla Formazione Montessori 3-6 anni per le maestre della scuola “Amahoro” (Pace) – dove tutti i bambini sono inviati dai servizi sociali – cui hanno partecipato anche le maestre della scuola “Apacope” (Associazione dei genitori per la promozione dell’educazione).
  • Ricchissimo di fotografie, questo libro bello e unico, ma costituito da due parti le cui pagine si incontrano capovolgendosi al centro, rappresenta la duplicità del mondo degli adulti che partecipano alla Formazione e quello dei bambini che ne ricevono i frutti.
  • Il metodo Montessori è nato a Roma nel 1907, quando Maria Montessori – medico, psichiatra, antropologa e filosofa – inaugurò la prima Casa dei bambini nel quartiere povero e malfamato di San Lorenzo. Questa forte vocazione sociale si è andata immiserendo, poiché la sua adozione in scuole private ne ha fatto un metodo di educazione accessibile solo alle classi più abbienti.
  • tenera mente – onlus” è oggi l’unica associazione al mondo a realizzare Formazioni gratuite per i partecipanti, laddove i bambini vivono situazioni di particolare sofferenza: Armenia, Bosnia, Rwanda…
  • Paesi che più degli altri hanno bisogno di adulti innovatori, responsabili, animati da un forte senso di appartenenza. Il Montessori può contribuire a questo perché favorisce l’apprendimento spontaneo del bambino nella Vita Pratica, nei Materiali Sensoriali, nel Linguaggio, nella Matematica, nell’Educazione Cosmica.
  • Per monitorare i progressi nei bambini di “Amahoro” è stata utilizzata l’analisi dei loro disegni condotta da M. Canale, neuropsichiatra infantile e dell’età evolutiva; A.R. Guaitoli, psicologa e grafologa; A. Baruchello, psicologa e psicoterapeuta infantile.
  • Questo libro è per noi uno strumento prezioso per raccogliere donazioni e condurre analoghe formazioni in Africa e altri continenti. Ovunque i bambini vivano in condizioni di particolare difficoltà e dolore.

Vedi anche:

Maestre Montessori a Kigali

Diventare grandi in Rwanda

Formazione Montessori a Kigali, in Rwanda

Concluso il corso di formazione Montessori a Kigali, in Rwanda

Tre settimane di formazione Montessori in Rwanda

A Kigali i bambini fanno la pace: la formazione Montessori continua

All contents copyright © tenera mente – onlus. All rights reserved. Theme design by Web-Kreation.